Aller au contenu Aller au menu principal Aller à la recherche

Intervista ai farmacisti specialisti in Fitoterapia: il Cardo mariano

Intervista ai farmacisti specialisti in Fitoterapia: il Cardo mariano

Isabelle Socquet, Laurent Priou, siete due farmacisti esperti in fitoterapia. Come agisce il Cardo mariano ? A quali principi attivi si deve la sua efficacia?

Questi frutti raccolti, ricchi di olio, acidi grassi insaturi, proteine, glicosidi contengono numerosi componenti. I principi attivi sono i flavonolignani la cui miscela reca il nome di silimarina.

La silimarina, che è stata ampiamente studiata, si comporta come un protettore cellulare nei confronti delle cellule epatiche - gli epatociti - e si oppone all'azione di numerose sostanze tossiche. Sono state osservate almeno tra azioni complementari:

  • un'azione anti-radicali sulle cellule
  • una modifica delle membrane cellulari che diventano più resistenti ai composti tossici
  • un'azione rigenerativa sui tessuti epatici che attenua il danno cellulare.

Queste proprietà sono riconosciute delle autorità sanitarie come Agenzia Europea del Farmaco, il che rende il Cardo mariano una pianta scelta nei disturbi epatici che possono rivendicare la seguente indicazione: tradizionalmente utilizzato in disturbi digestivi attribuiti all'origine epatica.