Aller au contenu Aller au menu principal Aller à la recherche

Intervista al medico specialista in fitoterapia: la Serenoa repens

Dott. Patrick Aubé, quali consigli e prescrizioni dà nella pratica medica quotidiana?

Con l'età, questa azione fisiologica porta a cambiamenti anatomici e funzionali della ghiandola prostatica che, aumentando di volume, si ripercuote sul tratto urinario inferiore.

Queste conseguenze fanno parte di un quadro clinico specifico, l'iperplasia prostatica benigna, che comprende i segni ostruttivi legati ad una disfunzione dell'uretra e i segni irritativi legati alla sofferenza vescicale derivante da questa ostruzione.

Un debole flusso di urina, una sensazione di svuotamento prolungato ed incompleto e residui post-minzione sono sintomi di un disturbo dello svuotamento della vescica.

L'urgenza urinaria, la pollachiuria, la perdita di urina sono sintomi di un disturbo del riempimento della vescica. Questi ultimi disturbi sono considerati i più fastidiosi dai pazienti.

La diminuzione della capacità funzionale della vescica legata ad un aumento del volume della prostata è frequente: il 57,5% degli uomini tra i 55 ed i 70 anni che consultano un medico di medicina generale ne presentano i sintomi. Tuttavia, questa condizione è insufficientemente ricercata, sotto diagnosticata e di conseguenza sottovalutata.

L'uso terapeutico dei frutti di Serenoa repens durante i disturbi funzionali prostatici fa parte di una gestione globale del problema urinario che tiene conto delle ripercussioni fisiche sulla minzione, della qualità del sonno dovuto al risveglio notturno, della qualità dell'erezione, senza dimenticare ripercussioni sulla vita sociale, sulla sessualità e sui risvolti psicologici del paziente.

Trattandosi di una cura a lungo termine e senza effetti collaterali, la scelta fitoterapica della Serenoa repens risulta pertinente, da sola o combinata con molecole di sintesi come gli alfa-bloccanti o altri prodotti naturali come l'olio di semi di zucca e la radice di ortica.

Si trova sotto forma di capsule, dosate a 160 mg di estratto di lipido-sterolico, con un dosaggio da 2  3 capsule al giorno a seconda della gravità dei sintomi, 5 giorni su 7.

Per quanto riguarda l'impiego dermatologico: iperseborrea e alopecia, si consiglia l'assunzione di 2 capsule di polvere vegetale totale al giorno per cure di 30 giorni, 4 volte l'anno. In questo caso è necessario abbinare anche un trattamento locale del viso o del cuoio capelluto.