Aller au contenu Aller au menu principal Aller à la recherche

Intervista ai farmacisti specialisti in Fitoterapia: la Serenoa repens

Isabelle Socquet, Laurent Priou, siete entrambi farmacisti, esperti in fitoterapia. Come agisce la Serenoa repens? A quali principi attivi si attribuisce la sua efficacia?

 

Viene utilizzata la frutta secca, che contiene fino al 12% di olio grasso. Questo olio è ricco di acidi grassi e trigliceridi. (tra il 41% e l'81% a seconda delle fonti).

 

Il frutto contiene numerosi componenti come:

  • trigliceridi,
  • polisaccaridi,
  • fitosteroli: essenzialmente beta-sitosteroli responsabili dell'attività sulla prostata,
  • flavonoidi,
  • carotenoidi, tannini ed alcuni composti volatili.

Numerosi dati farmacologici hanno dimostrato che la frazione lipodo-sterolica della Serenoa repens inibisce la 5α-reduttasi, un enzima coinvolto nel metabolismo del testosterone, impedendo che la sua forma attiva (diidrotestosterone) si leghi ai recettori della prostata, limitando così la proliferazione delle cellule della prostata indotta dal fattore crescita. Questo rallenta l'aumento del volume della prostata.

Altri effetti sono stati segnalati come antinfiammatori, antiedematogeni, antiestrogeni o antispasmodici. 

L'esatta modalità di azione non è stata ancora completamente chiarita, tuttavia si ritiene che la pianta agisca anche inibendo la trasformazione del testosterone in diidrotestosterone, che causa l'ipertrofia prostatica benigna.

Questa modalità d'azione anti-androgenica si applica anche ad un'altra patologia lontana dalla loggia prostatica, quella dell'alopecia seborroica, ovvero la perdita di capelli in relazione ad una secrezione di sebo anormalmente elevata, che provoca anche acne e capelli grassi.