Aller au contenu Aller au menu principal Aller à la recherche
Thumbnail

Arkorelax® Dormire bene non è mai stato così naturale!

5 piante e attivi per dormire

Dormire per recuperare, ma anche per mantenere l’attenzione, le funzioni della memoria, l'apprendimento e l'adattamento a nuove situazioni. Il sonno svolge un ruolo vitale nel nostro benessere. Ti gioca brutti scherzi? Opta per la soluzione delicata, le piante e la melatonina in testa.

Le piante calmanti

Valériane
Valeriana (Valeriana officinalis)

Originaria delle regioni temperate dell'Europa e dell'Asia settentrionale, la Valeriana è una pianta perenne che predilige terreni umidi, il cui gambo può raggiungere più di un metro di altezza. Raggruppati in corimbi alla fine del gambo, i suoi fiori profumati sono piccoli e di colore rosa pallido. Ha un rizoma giallo-grigio, con radici spesse. Quando si secca, la sua radice emana un forte odore molto caratteristico che esercita un'attrazione sorprendente sui gatti... da qui il suo nome di "erba gatta". La Valeriana trae tutte le sue proprietà dalle parti sotterranee: la radice e il rizoma.

La Valeriana, una pianta rilassante, favorisce l'addormentamento ed aiuta a trovare un sonno calmo e riparatore.

 

Passiflore
Passiflora (Passiflora incarnata)

La Passiflora è una pianta rampicante con fiori spettacolari, originaria del Brasile e del Perù. Ha più di 500 specie della famiglia delle Passifloraceae. Il nome passiflora deriva dal latino passio, passione e flor, fiore, vale a dire "fiore della passione". Le sue parti aeree sono conosciute in erboristeria per aiutare il rilassamento.

La Passiflora aiuta a ridurre la sensazione di ansia. Partecipa al miglioramento della qualità del sonno.

 

Eschscholzia
Escolzia (Eschscholzia californica Cham.)

L’Escolzia è una pianta della famiglia dei papaveri nativa della California. Viene comunemente coltivata in giardini ornamentali. L’Escolzia viene anche chiamata "papavero della California" ed ha i caldi colori dell’arancione.

Pianta rilassante, l’escolzia aiuta a migliorare la qualità del sonno. Va notata la presenza di alcaloidi nella parte aerea fiorita della pianta.

 

Mélisse
Melissa (Melissa officinalis)  

Senza dubbio originaria dell'Asia Minore, la Melissa fu introdotta nel Medioevo nella parte occidentale del bacino del Mediterraneo. La Melissa è un'erba perenne. Le sue piccole foglie in rilievo e dentellate emanano un profumo di limone quando vengono strofinate.

Grazie alle sue proprietà rilassanti, la Melissa aiuta il rilassamento e la distensione fisica e mentale.

 

Houblon
Luppolo (Humulus lupulus)

Il Luppolo è una pianta rampicante della famiglia delle Cannabaceae. Le infiorescenze femminili che produce sono state utilizzate fin dal Medioevo per aromatizzare la birra alla quale conferisce l'amaro e tutto il suo sapore. I suoi coni sono comunemente usati nella fitoterapia per le loro proprietà rilassanti.

Lenitivo, il Luppolo è particolarmente consigliato per facilitare il sonno.

 

La melatonina, l'ormone del sonno

Cos'è la mélatonina?

Chiamata "ormone del sonno" oppure "ormone oscuro", la melatonina è un ormone sintetizzato naturalmente dal corpo, durante la notte, nella ghiandola pineale (chiamata anche epifisi) a partire dalla serotonina: interviene soprattutto nella regolazione dei ritmi biologici.

Qual è la sua azione?

La melatonina regola il nostro orologio interno attivando il sonno ed aiuta a ridurre il tempo di addormentamento. Quando arriva il giorno, la luce blocca la sintesi della melatonina. Il tasso massimo di secrezione viene raggiunto in media intorno alle 3-4 del mattino.

Il tasso di melatonina
aumenta man mano che
la luce diminuisce

tasso di melatonina
tasso di melatonina

Attenzione, la secrezione di melatonina può essere disturbata in determinate situazioni: esposizione alla luce artificiale, cambio orario, e tende a diminuire con l’avanzare dell'età.


1 Claustrat B, Brun J, Chazot G. Mélatonine, rythme veille-sommeil et sommeil. Médecine du sommeil 2005;1(4) :11-19.